,

Visual Tour nella Design Week 2018 di Milano

Il visual tour è uno strumento unico di formazione e aggiornamento. In questo post vi racconto l’itinerario del  mio ultimo visual tour , durante la settimana più straordinario dell’anno a Milano, la Design Week .  Il colore ed i colori ed esperienze immersive e polisensoriali sono gli elementi che mi hanno colpito di più.

 

La scelta dell’itinerario

Per il mio visual tour nella Design Week scelgo il Brera Design District  .      La partenza è Piazza Gae Aulenti, nel cuore di Garibaldi -Porta Nuova. In prossimità ci sono  le sedi di  aziende  come  Microsoft, vicino a Fondazione Feltrinelli , Samsung Italia, Google Italia. Tutti esempi  bellissimi esempi di architettura, rappresentano  la Smart Community di Milano.  La prima  tappa è  il Replay Stage , aperto nel 2014 ,  flagship store,  uno  spazio scenografico, concepito come un set cinematografico, con palcoscenici diversi che ad ogni passaggio presenta elementi di novità e cambiamento, sempre stimolanti. Il Replay Stage è un perfetto esempio di  store multi-esperienziale, progettato da Roman and Williams Buildings and Interiors   – si è aggiudicato l’EuroShop Retail Design Award 2015.

Replay The Stage – La prima tappa del Visual Tour

Il visual tour in Brera

Il visual tour prosegue verso Brera, dove  palazzi, giardini, terrazzi meravigliosi si aprono offrendo location meravigliose per il Fuori Salone.  L’Accademia e l’Orto Botanico ospitano sempre eventi e installazioni interessanti. L’altra ragione della scelta è che in questa area si trovano esempi di negozi indipendenti e di ricerca , a fianco a marchi  conosciuti.  Il “Brera Design District”  ospita poi le eccellenze del Made in Italy “Furniture“, “Fashion” e “Food“, che sono presenti già in zona con location permanenti,  showroom e flagship store. Tra le installazioni , quest’anno mi ha colpito “The Rising” in Largo Treves nel cuore del Brera District.  L’architetto Francesco Librizzi ha utilizzato  le innovative superfici per rivestimenti architettonici in alluminio anodizzato DVNE, “The Rising”  rappresentava un sole che sorge, sotto un porticato dalle linee  sottili linee che racchiudeva piazza e info point.

The Rising. Istallazione per la Design Week.Ph.Alberto Moncada .

Altra tappa lo showroom Missoni, in Via Solferino dove si vedono sempre allestimenti interessanti. Il colore, che appartiene al DNA del brand dominava , l’installazione di quest’anno il   Missoni Mirroring . Anche qui il visitatore viveva un’esperienza interattiva, un   percorso incantato tra illusioni ottiche e patchworks, riflessi di specchi e  rifrazioni di luce in continua alternanza.

Esperienze immersive

Un‘esperienza molto forte ed immersiva in questo “visual tour” per la Design Week 2018 è stata  l’installazione “Melissa + NONE collective: “The Brilliant Side of Us”, che Melissa il brand brasiliano di calzature, http://www.melissa.com,  ha realizzato per il Fuori Salone 2018 , in una  suggestiva location :  l’“Erastudio Apartment-Gallery”,  in Via Palermo 5. Due spazi ben distinti:  in una era ospitata una scenografia riflettente e irregolare, un  paesaggio iridescente, come il centro di una struttura cristallina. Durante il visual tour  siamo entrati a piccoli gruppi,  come esploratori  in una magica caverna e siamo stati avvolti da luce, colori e musica.

Melissa al Fuori Salone

Immersi in luce e colore . Melissa al Fuori Salone 2018

Nell’altro spazio,  invece , il collettivo multidisciplinare Hangar Design Group progettava  la “Melissa pop up  experience”  un percorso a partire dall’ingresso, terrazza e visibile dalla facciata esterna. Qui sempre il colore o meglio i colori protagonisti ad esaltare   le ultime collezioni del brand.

Melissa al Fuori Salone

lla facciata punto di partenza del percorso.

Via Brera -La Beauty  Street

Il mondo del Beauty è per me una grande passione , personale e professionale , sto infatti seguendo due progetti importanti in questo settore. Il  visual tour si è chiuso in bellezza, percorrendo via Brera , che  negli anni  è diventata una vera “Beauty Street”,  in particolare per la profumeria selettiva. Il fenomeno è dovuto alla particolarità delle location, palazzi storici con spazi , anche di piccole dimensioni perfette per ospitare oltre a gioiellerie, altra presenza importante nel quartiere,  profumerie di nicchia. Un brand molto interessante  per  il concept, lo storytelling   è “The Merchant of Venice” . La boutique di Via Brera 4, caratterizzata dal colore Rosso Veneziano, che mi  ricorda la mia città di nascita ed  è una tappa imprescindibile dei miei  visual tour.

Visual Tour in Brera

In Via Brera -The Merchant of Venice – Visual Tour. Beauty

I profumi  sono  ispirati  all’antica l’Arte Profumatoria Veneziana,  come racconta bene la mappa  in serigrafia oro delle “Mude”,  punto focale del punto vendita di Milano e elemento caratteristico del concept di altri negozi del brand.  Le “Mude” erano le rotte navali dei mercanti veneziani,   che viaggiavano in un territorio ampio  dall’Oriente all’Africa e a tutta l’Europa fino ai mari del Nord. In un periodo dove i   porti erano  luoghi di  ricerca e scambio di  materie prime,  prodotti finiti e incroci di popoli e culture. Del  brand  mi affascina la  grandissima attenzione al dettaglio. Le fragranze sono presentate per collezioni , come in un museo e le più importanti in magnifici  flaconi di vetro di Murano,  che nel colore e decorazione richiamano le note o le famiglie olfattive del profumo. Il visual tour per la Design Week 2018 ha avuto come tappa conclusiva proprio “The Merchant of Venice” in Brera.

Condividere l’esperienza

A questo punto il visual tour si chiude in uno dei tanti piacevoli locali di Brera dove condividere,  seduti , con calma l’esperienza vissuta e riflettere su tutti gli spazi visitati e trarre spunti da applicare al proprio lavoro. Il briefing è sempre un momento importantissimo del visual tour che  è uno strumento di crescita professionale e di  confronto. Condividere per chi si occupa di visual merchandising e di retail è ricchezza e bellezza del mestiere. 

Se vuoi vivere l’esperienza di un “visual tour” e conoscere le prossime date clicca qui  

 

 

 

 

 

 

 

 

6 commenti
  1. Edison
    Edison dice:

    E io c’ero! Fantastica esperienza di aggiornamento personale! Lo consiglio assolutamente per chi ne è curioso, arricchimento esperienziale garantito .

    Rispondi
  2. Chiara
    Chiara dice:

    Ho potuto condividere con Francesca questo meraviglioso Tour della Milano Design Week 2018. Esperienza di arricchimento personale per addetti del settore, per tutti quelli che lavorano nel mondo del Retail, o semplicemente per i più curiosi. Giornata estremamente stimolante di confronto e condivisione, alla scoperta dei colori, delle forme, delle innovazioni polisensoriali, dentro e fuori dai migliori store del panorama milanese. Lo consiglio vivamente, sopratutto per la generosità e professionalità di Francesca.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *