Visual merchandising nel gioiello

vetrine Stroili

IL VISUAL NEL GIOIELLO di Joyce Curtarelli 

Il settore del gioiello è in forte espansione. La vetrina riflette la natura del design del bijoux e del gioiello . Le imprese legate del settore si differenziano, distribuendo le diverse linee di prodotti in zone indipendenti. Il lay out merceologico diventa fruibile con  l’esposizione in corner dedicati. Tra i marchi che optano per l’organizzazione razionale dello spazio emergono Swarovski http://www.swarovsky.com, Rolex  http://www.rolex.com e Stroili http://www.stroilioro.com/it. Il lay out  a isola si conferma  il più usato e permette la creazione di zone a sé stanti divise per categorie merceologiche. I gioielli sono presentati su prop e rialzi in seta o velluto, che  donano linearità, movimento e ritmo espositivo, in vetrina, nelle teche o negli arredi centrali.

Vetrine Rolex Milano

         Vetrine Rolex Milano

Le attrezzature danno  valore aggiunto ed esclusività al bijoux e al gioiello.  Interessante il format del brand danese Pandora http://www.pandora.net/it-it che costruisce il proprio concept store intorno a temi specifici e inserisce il prodotto in un ambiente sofisticato, dove la cromia asseconda la filosofia del marchio. La corretta illuminazione enfatizza gli articoli, creando una presentazione accattivante. L’ampia vetrata d’ingresso conduce verso un ambiente luminoso e dal design essenziale ed elegante, e il concept architettonico si esprime attraverso la scelta di colori tenui e luminosi, design lineare, arredi e finiture bianco latte. In fondo al negozio un’area riservata e raffinata guida il cliente verso la scelta del gioiello desiderato.  Design innovativo, possibilità di consultazione del catalogo on-line direttamente in store, uniti al Marketing emozionale si rivelano gli ingredienti vincenti che guidano alla scoperta della collezione e degli highlights stagionali. Importante è ricordare alcuni principi di visual merchandising per gioiello e bijoux: le vetrine devono avere sfondi che favoriscano la leggibilità del prodotto, strutture come le teche che ne enfatizzino l’esclusività. E’  preferibile per la riservatezza nell’acquisto  e la sicurezza,  sopratutto nel luxury,  una struttura di vetrine chiuse , tamponate . Il gioiello e il bijoux sono articoli freddi, non modificabili,  quindi prop e supporti sono determinanti per valorizzare il prodotto. le strutture espositive all’interno devono partire da 90 cm da terra , per favorire la visione del cliente. Benissimo l’uso di decorazioni o materiali P.O.P , ma visto che gli articoli , gioiello e bijoux sono di piccole dimensioni , non devono prevalere sul prodotto. I criteri qui esposti si applicano anche agli orologi e sono validi sia per lo store monomarca che per i corner o le concession. Corner e concession , proprio perchè il settore cresce e quindi anche la concorrenza,  devono essere brandizzati e ben riconoscibili , sopratutto in grandi superfici come i department store.

vetrine Swarosky

                    vetrine Swarovsky

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Iscriviti alla newsletter per ricecevere in anteprima
gli aggiornamenti di Milan Retail Store.

0 Commenti/da
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *