Articoli

Visual tour : il mio metodo e la mia esperienza

Il visual e retail tour è uno strumento formidabile di ricerca tendenze e training. Perché un visual tour sia efficace , va preparato:  ecco il mio metodo.

Il visual e retail tour è uno strumento formidabile di “cool hunting & training” . Per organizzarlo bene io seguo un metodo preciso. Nasce dalla mia esperienza.  Per prima cosa mi informo sui partecipanti , aziende e ruolo. Cerco di capire per loro cosa è più interessante da osservare sul campo . Poi creo un mix di proposte che mi permettano di ottimizzare tempi e spostamenti. Scelgo un tema come il “digital signage” e individuo gli store di diversi settori e formati che siano esempi eccellenti.  Il tema di un visual tour  può essere un format di retail . Si può organizzare un visual tour che preveda la visita di una selezione di “concept store”. Il focus può essere sui “department store” .

La scelta dell’itinerario

Un format per me interessante e di cui sono un’esperta sono i “pop up store”e “temporary store” .  “Temporary Store: la strategia dell’Effimero” è il libro che ho scritto nel 2010  . L’importante è scegliere sempre “case history” innovative ed esemplari. Mi è capitato di organizzare visual tour dedicati ad un settore. L’itinerario si sviluppa in più zone e format.   Milano non è solo la capitale del fashion.  Visual tour dedicati  alla gioielleria e orologeria di lusso oppure alla profumeria selettiva offrono  grande idee ed ispirazioni. Ci sono periodi dell’anno dove quartieri della città diventano protagonisti di eventi.  Per la  “Design week 2017″ , propongo  un visual tour è nei distretti di Brera  breradesigndistrict.it e Lambrate   venturaprojects.com. La scelta può anche cadere in una zona in espansione della città. L’itinerario che ho scelto per i partecipanti dell’Executive Master in Shopper Marketing & In Store Communication  di Popai Italia , si è sviluppato nella zona di Piazza Gae Aulenti.

Siviglia Visual tour Beauty

       Visual tour “beauty” 

Pianificare le visite

Una volta deciso il percorso , si contattano gli store. Dove possibile la visita si fa accompagnati da un responsabile interno. Prima di partire ai partecipanti spiego l’itinerario , racconto le ragione della scelta e faccio un breve storytelling dei marchi. Nel brief sottolineo gli  elementi da analizzare,  che condividiamo nel debrief finale a conclusione del visual e retail tour. Ci sono casi sopratutto in visual e retail tour organizzati su misura per una Azienda o con gli studenti , in cui preparo una scheda di osservazione. La griglia è  utile per dare un’oggettività maggiore all’esperienza. Per gli studenti , che magari hanno un approccio più teorico e meno esperienza pratica , la scheda di osservazione è importante per interiorizzare gli elementi da osservare, che  per gli addetti ai lavori sono sicuramente  più intuitivi.

La “design week 2017” sta arrivando

Sto preparando i miei prossimi visual tour per la “Design Week ” a Milano. Evento effervescente e stimolante . Possiamo andare assieme a “caccia” di ispirazioni.  Siete curiosi? Scrivetemi liberamente : milanretailstore@gmail.com .

 

Design week 2016. Book & Story

A Milano, nella Design Week 2016  ci sono storie ed incontri da raccontare. L’evento di cui vi raccontiamo in questo post , ha un concept il colore rosso ed un pay off : “….E’ tempo di sognare” , “…is time to dream”.  http://www.rossocardinalelibri.it/libri-per-bambini_audiolibri-per-bambini/?id=News_Eventi.  Un quartiere bellissimo , Brera , protagonista della Design Week 2016.  In via Palermo, tra mille stimoli e cose da vedere , sono entrata in una temporary location , attirata dal colore rosso.  Ho incontrato libri e storie , una casa editrice , http://www.rossocardinale.it  e una storia persona straordinaria, una fata :  Emanuela La Morgia Montagni, il suo nickname è Nonna Amore. Mi ha raccontato i suoi libri per bambini, i suoi audio libri e giochi , il suo bellissimo progetto.

il colore rosse e le fate

temporary location per rosso cardinale. www.rossocardinalelibri.it

Il colore rosso

Rosso è un colore primario , è il colore che il nostro occhio riconosce per primo. Rosso è il colore dei vulcani e del fuoco, è l’energia passionale che viene alla luce. Scalda e brucia, ma trasforma. Simbolo di amore, la rosa rossa e di aggressività. Sicuramente il rosso spinge ad agire, così sono entrata  nel mondo di Emanuela e della casa editrice Rosso Cardinale. Ho incontrato fate e fiabe. una collana editoriale curata in ogni dettaglio la carta Fedrigoni  http://www.fedrigonicartiere.com, le storie , le filastrocche raccontate con cura del dettaglio:  font, illustrazioni, testo , carta e rilegatura. Sono le filastrocche , piene di saggezza di Nonna Amore, Bianca luna, Le  fate non dormono mai , la magia  del Natale , la Magia va tra le stelle , tà tarabà rabatà. Sono libri che gli adulti leggono per stare assieme con bimbi e bimbe, un audio libro natalizio, e un gioco di carte memory dell’Azienda Dal Negro , http://www.dalnegro.com tratto dalle storie di Topus in Fabula.

Il libro “ta taràba rabatà” ha un testo di doppia lettura , sulla pagine di destra un classico testo stampato , mentre a sinistra il testo in braille a rilievo così da essere una fiaba per tutti.  Mi ha colpito come il mondo delle filastrocche diventa fonte di saggezza e crescita , non solo memoria , ma strumento di gioco e apprendimento.  Un’idea semplice, ma forte e profonda una storia che volevo raccontare nella mia esperienza della “design week 2016″ a Milano.